Welcome visitor you can log in or create an account

I blog di Edizioni Psiconline

Gli autori, le recensioni, le novità e le informazioni sulla nostra Casa Editrice
Redazione

Nadia Nunzi presenta Ti amo anima mia a Porto S. Elpidio

locandina pari oppDomenica 13 marzo 2016 alle ore 11,00, Nadia Nunzi presenta Ti amo anima mia. Una storia di violenza – Edizioni Psiconline presso il Gran Caffè Paradise, via Canada, 20 di Porto Sant’Elpidio.

La presentazione è inserita nelle “Colazioni Letterarie al Caffè Paradise” ed è patrocinata dal Comune di Porto Sant’Elpidio –Commissione Pari Opportunità che introduce l’autrice e Assessorato Pari Opportunità.

Partecipano le operatrici del Centro Antiviolenza “Percorsi Donna” della Provincia di Fermo, gestito dall’Associazione “On the Road Onlus“.

Continua a leggere
  812 Visite
  0 Commenti
Redazione

Grande serata con Il Futuro che non c'era alla Feltrinelli di Pescara

Lunedì 25 novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, Edizioni Psiconline ha voluto organizzare un incontro alla Libreria Feltrinelli di Pescara per parlare di femminicidio e violenza di genere con esperti del settore e con gli autori del libro "Il futuro che non c'era. Storie di donne e di vite negate".


Circa 2 anni fa Alessandro Greco, giovane scrittore pescarese, immagina a cerca di realizzare un progetto editoriale innovativo con l'obiettivo di parlare diffusamente di femminicidio e violenza di genere non seguendo i soliti schemi fino ad allora visti e rivisti sia nella cronaca quotidiana che nella saggistica inerente il problema ma attraverso la creazione letteraria che guarda al futuro con il desiderio di cambiare concretamente o di aiutare il lettore a farlo, ove possibile.



Il futuro che non c'eraNasce così IL FUTURO CHE NON C'ERA. STORIE DI DONNE E DI VITE NEGATE, una antologia di racconti scritta da otto giovani autori (maschi) che scelgono, non senza interne difficoltà, di confrontarsi con il terribile mondo dove sopraffazione, femminicidio e violenza di genere la fanno da padroni.

La lunga gestazione del libro (che qui non vale la pena raccontare ma che è facilmente recuperabile in rete) incontra infine la nostra piccola Casa Editrice che entusiasticamente sposa il progetto e lo porta a compimento trasformandolo da idea a pagine scritte da sfogliare, leggere e tenere nella propria biblioteca domestica. Per saperne di più sul volume e sulla sua storia vi invitiamo a leggere la scheda e a sfogliarne virtualmente alcune pagine.

Il libro è stato presentato in tantissime librerie italiane ed ha avuto il suo battesimo ufficiale al Salone del Libro di Torino, nel maggio 2013, dove è stato presentato nello stand della Regione Abruzzo.

Lunedì 25 novembre, invece, abbiamo voluto finalmente presentarlo a Pescara in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, organizzando un piccolo incontro fra esperti del settore, autori del volume e lettori. La Libreria Feltrinelli ci ha gentilmente ospitato e la serata, ricca di spunti e di valori, è stata un importante momento nella vita culturale, oltre che editoriale, della nostra piccola Casa Editrice.

presentazione a pescara de il futuro che non c'eraErano presenti all'incontro, per dibattere di femminicidio e violenza di genere, la Professoressa Chiara Berti, docente di Psicologia Giuridica all'Università G. D'Annunzio di Chieti-Pescara, l'avvocato Valentina Pierfelice, del Foro di Pescara, e Alessandro Greco, ideatore e curatore del volume oltre che autore di uno dei racconti presenti. Moderava l'incontro fra esperti, autori e pubblico Maria Rosaria La Morgia, bravissima giornalista del TG3.

Il folto pubblico presente (impavido e coraggioso, vista l'inclemente situazione atmosferica della giornata) ha partecipato attivamente all'incontro appassionandosi ai temi del libro e al suo tentativo di parlare in modo completamente diverso di argomenti così complessi come quelli di femminicidio e violenza. Oltre 2 ore di incontro hanno lasciato in tutti i presenti il desiderio di impegnarsi "oltre" per cambiare a fondo la cultura di morte che oggi domina trasformandola in una concreta cultura di vita così da restituire alle donne il diritto al "futuro che non c'era".

Qui di seguito un breve filmato sulla serata.

[video width="568" height="320" mp4="http://www.edizioni-psiconline.it/blog/wp-content/uploads/2013/11/magisto-movie.mp4"][/video]
Continua a leggere
  539 Visite
  0 Commenti
Redazione

L'Amazzone - Guerriera d'argilla

Cosa si nasconde dietro una donna fredda, schiva, combattiva e inafferrabili?  E' la domanda che scorre tra le righe di questo capitolo di Piero Priorini, "C'era una volta la psicanalisi. L'epopea di Maria e Mario Rossi", pubblicato da Edizioni Psiconline e in libreria dal 7 luglio.

Maria Rossi, nome di fantasia, è figlia di un ex pastorello sardo diventato, con le unghie e con i denti, ufficiale dei carabinieri. Considera le donne esseri inferiori, è incapace di intessere un legame affettivo con la figlia e con la moglie.

E' difficile che un fiore sbocci tra le pareti affettive di solida roccia. Ed è così che Maria accosta comportamenti irriverenti a sostanziale difficoltà d'essere se stessa, dolce, tenera, affettuosa.

Fa carriera, si muove agile tra le regole degli uomini, che divora e usa a proprio piacere.

Nasconde la sua grande fragilità....!!!!

Come andrà a finire la sua storia? Ancora una volta è il lettino dello psicanalista che lo svela, spalancando un mare di riflessioni in una società dove queste amazzoni-dal-cuore-d'argilla si incontrano sempre più spesso.

[issuu layout=http%3A%2F%2Fskin.issuu.com%2Fv%2Flight%2Flayout.xml showflipbtn=true documentid=110622182420-36063a3cbe0a442bbbea0ed37e60873c docname=c_era_una_volta_la_psicoanalisi__amazzone username=EdizioniPsiconline loadinginfotext=L'Amazzone%20-%20Guerriera%20d'argilla%20(C'era%20una%20volta%20la%20psicanalisi%20-%20P.%20Priorini) tag=amazzone width=600 height=420 unit=px]

Guarda la scheda completa del volume!

 
Continua a leggere
  515 Visite
  0 Commenti
Redazione

Un video contro la violenza domestica sulle donne

Continua a leggere
  520 Visite
  0 Commenti
Redazione

violenza sulle donne

Oggi si festeggia, per chi non lo sapesse, la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Naturalmente questo accade mentre la cronaca ancora una volta ci vomita addosso la notizia di un'altra giovane donna massacrata (letteralmente: sessantasei coltellate) dal suo giovane uomo. Purtroppo il cervello sessuale maschile è ancora arcaicamente fermo a qualche milionata di anni fa e sembra che l'unica cosa che possa placare la sua  irrazionale smania di possesso sia quella di colpire, colpire fino ad annientare. Tutto questo forse andrebbe fermato una volta e per tutte, ma ancora una volta dovrà essere l'intelligentissima parte femminile dell'evoluzione ad eliminare dal consesso civile quegli uomini-mostri dagli occhi troppo verdi (come suggerisce il poeta), dagli occhi pericolosi, gli uomini troppo innamorati... è l'Amore ai tempi del Genoma che dovrebbe rendere finalmete possibile tutto questo con un processo inesorabile e non più rimandabile dove finalmente le donne potranno liberarsi del fardello disfunzionale dell'inaccetabile violenza maschile.
Continua a leggere
  524 Visite
  0 Commenti

Log in or create an account