Welcome visitor you can log in or create an account

L'enigma della nostra vita

enigma-vitaL'enigma della nostra vita. Orientarsi nei rapporti interpersonali, è il nuovo volume pubblicato da Edizioni Psiconline e scritto da Maja Ricci Andreini.
100 pagine in formato 15x21 al costo di € 12.00, disponibile in libreria e online da qualche settimana.
Abbiamo provato a leggerlo e a farcene una opinione così da poterne parlare con i nostri amici online. Ed ecco il risultato!


Avere una “buona lettura” di noi stessi, del nostro prossimo e della relazione con lui, è alla base della serenità.



Purtroppo non è affatto semplice avere una “buona” lettura di questi aspetti fondamentali della nostra vita, ogni individuo, infatti, è unico e irripetibile non solo nei confronti degli altri, ma anche nei confronti di se stesso e della sua storia, ciascuno di noi è diverso ogni attimo della propria esistenza perché ogni esperienza, inevitabilmente, ci cambia.


Come è possibile allora, conoscere se stessi e chi ci sta innanzi senza “perderci” nei nostri e altrui cambiamenti?


Come possiamo prevedere le “mosse” del nostro prossimo o comprenderne sino in fondo le emozioni e sentimenti?


Come possiamo rispondere efficacemente alle domande che spesso ci poniamo sui  nostri rapporti e relazioni: «Mi ama o non mi ama?», «Perché si comporta così?»


L'autrice, in questo testo, cerca di risolvere questo enigma, sintetizzando la realtà personale e i giochi relazionali che comporta, in un modello pratico molto semplice da attuare, un modello che ci aiuta ad interpretare i processi mentali consapevoli e inconsapevoli che fanno sì che i rapporti e le relazioni acquistino, per molti versi, “vita propria” e ci sfuggano di mano. Tutto questo perché senza esserne pienamente coscienti, spesso adottiamo, nei vari contesti sociali, modalità relazionali che fanno scattare nel nostro prossimo, in automatico, emozioni, sogni, conclusioni, reazioni e comportamenti che spesso non vorremmo.


Attraverso un test l’autrice ci aiuta allora a prendere consapevolezza di chi siamo e di come tendiamo a impostare le nostre relazioni, spesso senza rendercene conto, ad individuare il gruppo cui appartiene la nostra “modalità relazionale predominante” ovvero la modalità relazionale che tendiamo a “usare” di più, per scegliere realmente chi essere, chi avere accanto, che relazioni instaurare.


Arianna Ciamarone


La scheda del volume

Incontro con Maja Ricci Andreini
Le ali di Christina presentato a Maddaloni

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Ancora nessun commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 13 Novembre 2019
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Immagine Captcha

Log in or create an account