Welcome visitor you can log in or create an account
1 minute reading time (123 words)

Il pensiero del giorno, con Pascale Chapaux-Morelli

"Aimer, c'est se surpasser" : "Amare significa sorpassare se stessi", scrisse Oscar Wilde. E' vero. Nell'amore, diamo il meglio di noi stessi, attingiamo alle nostre risorse più profonde per offrire la punta di diamante del nostro essere. Ma.....  il partner manipolatore sfrutta questa nostra propensione per spingerci sempre più in là: non gli basta mai. E' la "sindrome" del pozzo senza fondo. Così, si finisce con l'esaurirsi a cercare di soddisfare colui (o colei) che non sarà mai soddisfatto (a). Quando ci accorgiamo che avviene proprio questo nel nostro rapporto, conviene fermarsi un attimo per ... riprendere fiato !

PCM :-)

"La manipolazione affettiva nella coppia- Riconoscere ed affrontare il cattivo partner", traduzione dal francese del Dott. Eugenio MURRALI  e di Pascale CM.
Come nascono le sinergie...
Appuntamento a Roma con Dacia Maraini...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti 2

Ospite - Luciano Peirone & Elena Gerardi (website) il Venerdì, 18 Marzo 2011 20:13

Ha ragione Oscar Wilde: l'amore è saper dare, ben oltre se stessi. Amare sé, amare l'altro: amare il Sé, amare l'Altro-da-Sé. Amore è il dono, il donare che fa crescere l'Altro e che fa crescere l'Io. L'Io e il Tu si incontrano, dando vita al Noi. E' la coppia. E' la diade, che riesce a superare l'egocentrismo e l'egoismo. C'est la magie du couple.
Ed ha ragione Pascale Chapaux-Morelli: i rischi dell'amore cieco ed infantile sono grandi. Pericoloso è l'amore illusorio della persona debole e immatura (che cede sempre, spesso inconsciamente), con un caldo sentimento provato verso una persona altrettanto immatura (che approfitta della prima, solo perché più forte... ma di una forza che in realtà è debolezza e viltà essa stessa). Ma allora, quello che potrebbe (e dovrebbe) essere un nobile ed altruistico sentimento diventa azione manipolatoria (e a volte anche azione violenta). Iniziano pertanto (e continuano, teoricamente all'infinito, se non ci si sa emancipare, se non si sa crescere come individuo e come due "individui" che fattivamente si uniscono) vari livelli dell'"assurdo": la commedia (cioè la finzione), il dramma (cioè la sofferenza), la tragedia (cioè l'epilogo intriso di sopraffazione e dolore). Uscire da tutto ciò è possibile, ma non è facile. Ci vuole sensibilità. Ci vuole consapevolezza. Ci vuole coraggio.

Luciano Peirone & Elena Gerardi

Ha ragione Oscar Wilde: l'amore è saper dare, ben oltre se stessi. Amare sé, amare l'altro: amare il Sé, amare l'Altro-da-Sé. Amore è il dono, il donare che fa crescere l'Altro e che fa crescere l'Io. L'Io e il Tu si incontrano, dando vita al Noi. E' la coppia. E' la diade, che riesce a superare l'egocentrismo e l'egoismo. C'est la magie du couple. Ed ha ragione Pascale Chapaux-Morelli: i rischi dell'amore cieco ed infantile sono grandi. Pericoloso è l'amore illusorio della persona debole e immatura (che cede sempre, spesso inconsciamente), con un caldo sentimento provato verso una persona altrettanto immatura (che approfitta della prima, solo perché più forte... ma di una forza che in realtà è debolezza e viltà essa stessa). Ma allora, quello che potrebbe (e dovrebbe) essere un nobile ed altruistico sentimento diventa azione manipolatoria (e a volte anche azione violenta). Iniziano pertanto (e continuano, teoricamente all'infinito, se non ci si sa emancipare, se non si sa crescere come individuo e come due "individui" che fattivamente si uniscono) vari livelli dell'"assurdo": la commedia (cioè la finzione), il dramma (cioè la sofferenza), la tragedia (cioè l'epilogo intriso di sopraffazione e dolore). Uscire da tutto ciò è possibile, ma non è facile. Ci vuole sensibilità. Ci vuole consapevolezza. Ci vuole coraggio. Luciano Peirone & Elena Gerardi
Ospite - sipo beverelli il Sabato, 19 Marzo 2011 11:59

L'amore paradossale è amore? Una cronaca di questi giorni dovrebbe farci riflettere. Una donna marchiata a fuoco dall'uomo che ama nelle pratiche sessuali di un sentimento a consumo. Allora mi domando se nella coppia, prima di tutto, non sia il caso di amare prima se stessi, imparare a farlo, perché c'è una complicità balorda nella vittima del cuore. Pascale a Roma ha ricordato come non si ruba mai in una casa vuota. Ecco! Una storia dal web, che ci aiuti a riflettere ancora. Buon fine settimana!
Sipo

http://www.ilmattino.it/articolo.php?id=141894&sez=PERSONE

L'amore paradossale è amore? Una cronaca di questi giorni dovrebbe farci riflettere. Una donna marchiata a fuoco dall'uomo che ama nelle pratiche sessuali di un sentimento a consumo. Allora mi domando se nella coppia, prima di tutto, non sia il caso di amare prima se stessi, imparare a farlo, perché c'è una complicità balorda nella vittima del cuore. Pascale a Roma ha ricordato come non si ruba mai in una casa vuota. Ecco! Una storia dal web, che ci aiuti a riflettere ancora. Buon fine settimana! Sipo http://www.ilmattino.it/articolo.php?id=141894&sez=PERSONE
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 10 Dicembre 2019
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Immagine Captcha

Log in or create an account