Welcome visitor you can log in or create an account

I blog di Edizioni Psiconline

Gli autori, le recensioni, le novità e le informazioni sulla nostra Casa Editrice
Redazione1

Bianca Brotto si racconta su GardaWeek

Bianca BrottoBianca Brotto è una autrice molto apprezzata dalla critica e dai lettori, deve il suo successo ai suoi due romanzi "Dentro le scarpe" e "Perché io" entrambi pubblicati da Edizioni Psiconline, con i quali è riuscita nel suo proposito di "raccontare qualcosa e qualcuno che toccasse le corde più profonde di noi stessi" e "condividere parole di stimolo, di confronto, divertendo, ma allo stesso tempo, accompagnando i lettori alla scoperta di se stessi" .

Bianca Brotto è riuscita a realizzare il suo sogno che l'accompagna dall'infanzia cioè assecondare il suo talento che è quello della scrittura.
Scopriamo qualcosa di più su Bianca Brotto e i suoi romanzi nella intervista che ha rilasciato a GardaWeek  (a cura di Gianfranco Iovino) e che di seguito pubblichiamo.

Continua a leggere
  1574 Visite
  0 Commenti
Redazione1

Presentazione dei volumi: Perché io e Dentro le scarpe presso il Comune di Adro

copertine brottoVenerdì 13 maggio alle ore 20,45 Bianca Brotto presenta "Perché io. una storia vera" e "Dentro le scarpe" presso il Comune di Adro (BS) in via Tullio Dandolo, 55.
L'evento è patrocinato dal Comune di Adro.
Continua a leggere
  940 Visite
  0 Commenti
Redazione1

Bianca Brotto presenta Dentro le scarpe a Manerba del Garda

locandinamanerba27-10Venerdì 27 ottobre 2015, alle ore 20,30, Bianca Brotto presenta Dentro le scarpe presso la Sala Consiliare, Palazzo Minerva, P.zza Aldo Moro 1, Manerba Del Garda.

La presentazione è organizzata dal Comune di Manerba del Garda.

Dentro le scarpe è un romanzo intriso di realismo magico, che affronta con uno sguardo intenso, ma al contempo scanzonato, i temi fondamentali dell’esistenza, a cominciare dall’amore e dalla morte, e il modo in cui si intrecciano nella vita dell’uomo attraverso i fili imperscrutabili del destino.

Quando Ruben eredita l’attività di calzolaio sui Navigli milanesi, dopo la scomparsa del precedente Maestro Camillo, sa che quello è il suo ineludibile futuro: diventare a sua volta il Maestro e, attraverso uno specchio – antichissimo, eterno, forse – leggere il passato e il futuro dei clienti che entrano nel suo negozio, per provare a incidere sulle loro esistenze.

Continua a leggere
  847 Visite
  0 Commenti
Redazione

Intervista a Bianca Brotto autrice del romanzo Dentro le scarpe

COPERTINA BROTTOBianca Brotto ci guida alla scoperta del suo bellissimo romanzo Dentro le scarpe  pubblicato nella Collana A Tu per Tu e nella intervista che segue ci invita a riflettere con queste parole di speranza: "C’è un’essenza unica in noi, un seme che racchiude lo scopo della nostra vita, proprio come il seme di una grande quercia la contiene già tutta.
Nasciamo destinati a lasciar esplodere la meraviglia che siamo... perché la vita è una grande caccia al tesoro e il mondo è la mappa ricca di indizi per raggiungere la meta; le tracce sono a volte persone, a volte fatti, a volte frasi sentite “per caso”. Solo noi possiamo decidere se seguirle".



DIGITAL CAMERABianca Brotto è una sensibile osservatrice dei comportamenti umani, instancabile ricercatrice del significato della vita e consegna ai lettori più attenti i tasti per far suonare le corde dell’anima.
Una attenta e appassionata lettrice del suo libro ha definito Dentro le scarpe  "un romanzo che va ben oltre la trama; trascina alla scoperta del significato della vita e della morte, del destino del quale ognuno è artefice e dell’importanza della “sapienza” che sa leggere i segni e può suggerire rimedi".


Incontriamo Bianca Brotto in una assolata e mite giornata di aprile. Sedute comodamente in un tranquillo locale mentre sorseggiamo un cappuccino e gustiamo uno squisito cannolo di pasta sfoglia farcito alla crema, discorriamo del suo libro.



logo edizioni miniA quando risale la tua passione per la scrittura?


logoMi è sempre piaciuto utilizzare la penna per dar voce al mio sentire profondo: nella mia famiglia le emozioni non venivano espresse, sembrava “peccato” farlo. Ecco allora che il foglio rappresentava una barriera di sicurezza per esprimermi senza inibizioni.


logo edizioni miniQuando è nata l’idea di questo libro?


logoAlcuni anni fa ho frequentato un corso estivo di scrittura creativa organizzato dalla Rivista Inchiostro; è stata una settimana intensa, si lavorava otto ore al giorno in un contesto armonico e piacevole. Nello svolgere un esercizio di gruppo è nata l’idea di questo romanzo.
Quella settimana in Toscana è stata per me rivelatrice di una passione che non avrei più potuto contenere; sono infatti tornata a casa che volavo! Hai presente quando ci si innamora? Si vede il mondo con colori brillanti, le persone diventano tutte amabili, il cuore frizza e la gioia esplode in ogni sguardo? Ecco, io ero così: ero diventata il mio sorriso.
Mi sembrava di camminare a un metro da terra, ero piena, piena di… passione!
Nella mente continuava a girarmi un racconto che avevo scritto l’ultimo giorno e che dovevo ultimare. Che tormento! Ero al lavoro e non facevo altro che pensare a come sarebbe andata a finire quella storia e, appena ho potuto, mi sono tuffata e ho lasciato che si scrivesse.


logo edizioni miniCosa intendi per: “Ho lasciato che si scrivesse”?


logoMi succede spesso: poso le mani sulla tastiera e la storia si scrive da sola come se i personaggi vivessero di vita propria. Quando metto il punto finale io stessa scopro come è andata a finire.
Anche nella stesura di questo romanzo i personaggi mi hanno spesso preso la mano obbligandomi in seguito ad aggiungere capitoli per rimediare a quel che avevano combinato. So che dal punto di vista letterario non è così che si deve agire: l’autore deve avere ben presente l’intera trama prima di cimentarsi nell’opera ma, in DENTRO LE SCARPE, l’istinto ha spesso prevalso sulla ragione.


logo edizioni miniQual è il messaggio che volevi comunicare con questo libro?


logoNel romanzo i personaggi sono accomunati dal medesimo incontro con Ruben, il proprietario del negozio di scarpe, e questo appuntamento offre a tutti la possibilità di modificare la loro esistenza. Qualcuno coglierà questa occasione, qualcun altro no.
Accadono anche a noi incontri o eventi che potrebbero cambiare la nostra storia se solo li sapessimo riconoscere e cogliere.
La vita è una grande caccia al tesoro e il mondo è la mappa ricca di indizi per raggiungere la meta; le tracce sono a volte persone, a volte fatti, a volte frasi sentite “per caso”. Solo noi possiamo decidere se seguirle.


logo edizioni miniIn cosa consiste, Bianca, questo “tesoro” che ognuno di noi potrebbe trovare?


logoC’è un capitolo a me molto caro che si intitola: “La soglia”. Il protagonista legge sulla porta di un monastero greco la frase: “Diventa ciò che sei”. Ecco, questo è il tesoro.


logo edizioni miniCosa intendi?


logoC’è un’essenza unica in noi, un seme che racchiude lo scopo della nostra vita, proprio come il seme di una grande quercia la contiene già tutta.
Nasciamo destinati a lasciar esplodere la meraviglia che siamo, ma subito ci ritroviamo immersi in un sistema che ci addestra e ci obbliga a regole, paletti, divieti che imbrigliano la nostra natura.
Siamo ancora molto piccoli quando ci insegnano che non possiamo ascoltare il nostro sentire perché, così facendo, non guadagniamo l’approvazione degli adulti. Per essere accettati dobbiamo agire come vogliono loro: stare composti nei banchi di scuola, quando la nostra natura ci porterebbe a correre, mettere le scarpe rinunIMG_0635_700ciando ai piedi nudi e così via.
Scopriamo che se ubbidiamo ci lodano e se seguiamo il nostro istinto ci sgridano e così, giorno dopo giorno, impariamo a non ascoltarci più e ad agire seguendo i metri del loro giudizio. Diventiamo meri esecutori del volere altrui e questo è il motivo per il quale se chiediamo a qualcuno: ma tu, cosa vuoi veramente? Qual è il tuo sogno? La tua passione? La risposta spesso è: non lo so.


logo edizioni miniQuindi un libro che vuole favorire la crescita personale?


logoNel romanzo i personaggi scelgono se seguire o meno le indicazioni di Ruben, con le conseguenze che inevitabilmente ne conseguono, e questa è la storia di ognuno di noi. Anche noi siamo chiamati ad osservare gli eventi, ad ascoltarci e a scegliere.
Ruben, nel negozio, fornisce agli ignari avventori semplicemente alcuni spunti. Questo vorrei comunicare: ognuno di noi può diventare un attento osservatore della vita e scoprire i tanti segnali che lo guideranno alla scoperta della propria meravigliosa essenza, senza paura dei cambiamenti.


logo edizioni miniNon è normale temere i cambiamenti?



logo
La natura ci è maestra: tutto muta, non esiste la staticità, ma un armonico divenire. Le stagioni stesse ci mostrano che dalla morte dell’inverno si passa alla rinascita della primavera, allo splendore dell’estate e al declino dell’autunno. Solo l’essere umano si ostina a temere il cambiamento e la morte, mentre la natura continua a rivelarci di non aver mai mancato una primavera.


logo edizioni miniA proposito di sogni, qual è il tuo?



logo
Vivere di scrittura e vedere DENTRO LE SCARPE diventare un film.


logo edizioni miniHai altri libri nel cassetto?


logoLa biografia “Perché io” uscirà in novembre 2015 con Edizioni Psiconline. Ho poi quasi ultimato un romanzo breve dal titolo “Amore imperfetto” e devo finire un testo sulla crisi economica.
Moltissime trame continuano ad affollarmi la mente e attendono di vedere la luce!


Acquista direttamente il volume su PSYCHOSTORE.NET

http://issuu.com/edizionipsiconline/docs/dentro_le_scarpe/1
Continua a leggere
  608 Visite
  0 Commenti

Log in or create an account