Welcome visitor you can log in or create an account

A piccoli passi. La rivoluzione della formazione il nuovo libro di F. Ianniello

copertina piccoli passi sitoA piccoli passi. La rivoluzione della formazione di Fabio Ianniello, nella Collana Punti di Vista - Edizioni Psiconline, è un interessante volume che tratta un tema molto discusso da secoli cioè quello della formazione.

Perché un libro sulla formazione? Rispondiamo con le parole stesse dell'autore che nella prefazione afferma: "La spinta a realizzare questo lavoro deriva dall’incontro di esigenze poste su due livelli differenti: a livello macro perché viviamo un tempo, quello dell’epoca postmoderna, dove la maggior parte delle ideologie sembrano essere state superate da una logica egoistica di potere economico, in cui interessi geopolitici coperti da pseudo motivazioni democratiche e religiose determinano lo sterminio tra popoli, mentre gli umori di pochi ricchissimi investitori globali possono decidere la fame di un’intera nazione; a livello micro perché la terra che ho abitato e che abito da quando sono nato, troppe volte ha manifestato un’esigenza di rinascita morale che ancora oggi fatica a realizzarsi, nella consapevolezza sempre crescente, tuttavia, della necessità di un cambiamento ormai indispensabile. Questi due livelli, apparentemente tanto lontani, si incontrano sul tema del vuoto etico–morale che sembra dominare il mondo attuale, per determinare la ragione d’essere di questo lavoro: il tentativo di sottolineare l’importanza della formazione come strumento capace di affrontare la questione dell’etica in una prospettiva che, a differenza delle tradizionali forme di controllo e punizione, possa agire a monte della faccenda, promuovendo negli individui una riflessione intorno a valori come la libertà, la giustizia e la solidarietà, senza imporli ipocritamente sotto la minaccia di conseguenze indesiderate ma proponendoli in considerazione di esiti desiderabili, evidenziandone cioè la convenienza in una dimensione di responsabilità che superi il concetto di paura per abbracciare quello di scelta consapevole. In tale prospettiva la formazione diventa uno strumento di rivoluzione etico–morale capace di trasformare il mondo: un invito rivolto prioritariamente ai giovani ma aperto a tutti, senza discriminazioni di età né di alcun tipo, perché un cambiamento reale verso comunità più eque e solidali non può prescindere dalla possibilità di una libera partecipazione".

L'insuccesso dei tradizionali metodi di formazione è attestato dal numero crescente di episodi di indifferenza, intolleranza ed infelicità da un lato e dalle percentuali di dispersione scolastica in aumento dall’altro, c'è quindi la necessità di integrare l’offerta tradizionale con ulteriori “opportunità formative”, ovvero progetti dedicati all’esplorazione di concetti e all’acquisizione di abilità non sufficientemente approfonditi duranti i percorsi di formazione convenzionale, ma capaci di fare la differenza rispetto al
benessere generale degli individui.

In tale prospettiva si configura quindi l’opportunità di potenziare l’offerta formativa rivolta ai più giovani, soprattutto in territori svantaggiati, attraverso l’organizzazione di percorsi formativi da realizzare sia in ambito scolastico che extrascolastico, con la finalità di promuovere nei partecipanti la sperimentazione e l’acquisizione di una serie di abilità e di competenze funzionali al benessere, sotto la guida di esperti capaci di facilitare il processo di apprendimento attraverso una metodologia innovativa che integri
i modelli tradizionali.

Tra il metodo maieutico, che valorizza ciò che è già patrimonio personale e quello “induttivo” che prevede un confronto produttivo con la diversità di un modello credibile, il testo propone una metodologia che integra entrambe le prospettive:  un metodo versatile ed efficace per realizzare quell’improcrastinabile cambiamento di rotta in una società in crisi di valori.
Il testo, frutto di circa cinque anni di ricerche, esperienze ed approfondimenti sul tema della formazione, in diversi ambiti e contesti, si propone in definitiva di fornire al lettore una metodologia pragmatica e funzionale alla realizzazione di interventi formativi efficaci sia in ambito scolastico che extrascolastico. In tale cornice di riferimento l’autore illustra tutta una serie di esercizi, tecniche e strumenti elaborati nel corso degli anni, nella convinzione che “non c’è miglior teoria di una buona pratica”. 

Acquista il volume su www.edizioni-psiconline.it

Fabio Ianniello: un nuovo modo di fare formazione
Lucia Iasio presenta Racconti presso la Biblioteca...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

Le novità

Log in or create an account