Welcome visitor you can log in or create an account

I blog di Edizioni Psiconline

Gli autori, le recensioni, le novità e le informazioni sulla nostra Casa Editrice
Redazione

I GIOVANI: il nostro obiettivo

Ancora al lavoro, in questi giorni, sulle novità che Edizioni Psiconline metterà in campo nei prossimi mesi (più propriamente, nelle prossime settimane) e ancora una volta ci siamo accorti che il campo dell'infanzia e dell'adolescenza occupa concretamente uno spazio rilevante all'interno della nostra produzione editoriale.
Siamo partita, nel 2005, proprio con L'Adolescenza e proseguiamo oggi sulle stesse tematiche.

In particolare a marzo sarà disponibile un bellissimo volume interamente dedicato al problema dell'affido familiare e scritto dal Prof. Alessandro Bruni, Ordinario di Farmacologia all'Università di Ferrara e grande esperto, per esperienza diretta, di affido familiare.

Immediatamente dopo sarà in libreria un nuovo lavoro di Dino Angelini e della sua equipe di lavoro su "GANCIO ORIGINALE", la bellissima iniziativa realizzata a Reggio Emilia ed espressamente dedicata ai giovani ed agli adolescenti.

Maggiori notizie, a breve, direttamente sul sito...
Continua a leggere
  402 Visite
  0 Commenti
Redazione

Un giornalista in un libro

Copertina Cartella Stampa di Forse sarebbe meglio dire "un giornalista in una casa editrice". Il suo ruolo, di cercatore di notizie, cosa ha a che fare con le pagine dei libri? Me lo sono domandata molte volte, mentre iniziavo questa mia nuova esperienza professionale.

Già....Nasco come cronista, racconto la vita nelle sue piccole sfaccettature quotidiane. Inseguo dichiarazioni, esternazioni, aspetti e dettagli. Mi faccio segugio per i lettori.

Ora, invece, mi chiudo in una stanza e apro pagine di un libro. Cosa cambia? Non ho saputo rispondere fino all'altro giorno, quando ho ascoltato dichiarazioni di Tiziano Terzani, un giornalista-scrittore, la mia stella polare nella professione.

A lui, dall'inizio, ho ispirato l'amore per questa mia strana, balorda, vituperata quanto indispensabile attività.

Il giornalista gli chiede se valga ancora la pena fare il giornalista. Tiziano asserisce.

"Secondo me, sì!", risponde, "se uno ha il coraggio di farlo come vuole lui e non come gli viene imposto. Vedi, siamo oggi supernutriti, ingozzati di notizie, perché Internet e... tutto...., eppure secondo me tornerà a mancare, se in questo momento non se ne sente ancora il bisogno, questa partecipazione di uno che va per conto tuo, portando il suo naso ma annusando per te, i suoi occhi ma guardando per te, delle realtà che sono lontane a cui tu non hai accesso......".

"Io sento crescere il bisogno di andare più vicino e di non accontentarsi di quella pernacchia di due tre secondi, due minuti che ti racconta una tragedia......."

"Bisognerebbe che i giovani avessero il coraggio............per fare un lavoro più genuino, di scoperta, di esplorazione....si lo so, il mondo si è ridotto, io sono stato fortunato perché c'erano ancora posti da scoprire......".

Mi fermo, rifletto.

E' vero, il mondo si è ridotto a un villaggio. Eppure ci sono infiniti mondi ancora da scoprire. Sono nell'intimo di ogni uomo che vive in questo, ormai svelato, piccolo agglomerato . Solo i libri riescono a scoprirne con pazienza piccoli tasselli. Io questi brandelli di esistenze-altre ho deciso di leggerli e descriverli, raccontarli.

Ho accettato di andar per pagine a scrutare l'animo umano. Senza fretta, con il gusto di riflettere sulle parole e il senso che trasmettono. Ho scoperto così quante notizie un libro possa svelare. Lo fa spesso sotto forma di un ossimoro giornalistico. Rende infatti "nonioni", una sorta di notizie-opinioni fuse insieme, prive di numeri e dettagli di cui l'odierna grafica espositiva va ghiotta. Eppure un libro scrive dentro riflessioni che sono sentieri di scoperta del mondo di un fascino incommensurabile.

Presto pubblicheremo on line la cartella stampa di  "L'Amore ai tempi del Genoma". Ne abbiamo già dato un assaggio. Il senso di questo mio breve appunto di diario, forse, prenderà più forma.

Buona lettura!

Sipo Beverelli

Continua a leggere
  586 Visite
  0 Commenti
Redazione

La rabbia dei piccoli: quando Cappuccetto Rosso si fa lupo cattivo

La copertina del volume
Progetti di Psicologia

Un gruppo di bambini in una stanza. Camminano, si incontrano, si salutano e scambiano qualche parola. Ce n'è uno, a turno, che gli altri ignorano. Dovrà fare di tutto per essere accettato. E' il 'gioco dell'escluso',formula semplice e immediata, che lo psicologo Davide Viola, specialista di disturbi di apprendimento e cognitivo-comportamentali in età evolutiva, inserisce nel libro "Progetti di psicologia, Scuola, professione, Esame di Stato", Edizioni Psiconline.




Il libro, 128 pagine, 14 euro, un vademecum per la prevenzione e il controllo delle emergenze educative, rivolto a psicologi, in formazione e non, docenti, studenti e famiglie, in libreria da oggi, 23 settembre 2010, con proposte operative anche su altre tematiche, come la difficoltà di apprendimento, il potenziamento cognitivo per alunni con ritardo mentale o la prevenzione dell'abuso sessuale e del bullismo, dell'uso di alcol e tabacco, del disagio e della dispersione scolastica e dei disturbi alimentari.


Il capitolo dedicato alla 'rabbia nei piccoli propone un percorso articolato in otto interventi pratici, con indicazione della metodologia e della struttura del progetto, con verifica finale dei risultati e scheda di lavoro.
Una risposta a un fenomeno che interessa sempre più le scuole italiane. Basti pensare che secondo l'ultimo Rapporto nazionale sulla condizione dell'infanzia e dell'adolescenza, elaborato annualmente da Telefono Azzurro e Eurispes, il 27% dei bambini e il 35% degli adolescenti è vittima di bullismo, se vogliamo il terminale finale di un processo evolutivo della rabbia. Ad ogni modo oggi i bambini mostrano sempre più spesso il desiderio e il bisogno di attenzione e ascolto che, se ignorato, può portare allo sviluppo di aggressività.


Bambini che mordono e picchiano i compagni, che spesso perdono il controllo di sé e agiscono senza riflettere, in modo impulsivo. Una tempesta prende il corpo e la mente e l'altro diventa parafulmine del proprio disagio.
«A monte ci possono essere diverse cause», dice Davide Viola, «dalla perdita di una persona amata, per abbandono o per morte, alla presenza fisica ed emotiva discontinua di uno solo o di entrambi i genitori. Un padre o una mamma a volte presenti e affettuosi, a volte no, costringono il bambino ad un'altalena emotiva, tra speranza di una vicinanza futura e la frustrazione della delusione, che può ingenerare disagio e comportamento indisciplinato con scatti di violenza associati».  Altre cause sono più intuitive. Un genitore sempre arrabbiato, ad esempio, costringe il bimbo a una continua allerta emozionale. Uno stand-by sul prossimo scoppio di rabbia, dove l'impulsività diventa il modo migliore per difendersi dalla violenza degli altri, di chiunque, qualsiasi ne sia la causa. Una via maestra per portare la rabbia fuori di casa. Adulti vicini al piccolo ed esercizi pratici, aiuteranno a superare questi problemi tra i banchi di scuola.


«Questo libro è stato scritto per gli psicologi che lavorano nelle scuole ma pensando, visti i budget sempre più limitati che ci sono negli istituti scolastici, anche a insegnanti e genitori», aggiunge Viola, «il linguaggio semplice e la formula del progetto, immediata e intuitiva, possono essere tranquillamente strumento operativo per docenti e famiglie».


Il libro "Progetti di psicologia, Scuola, professione, Esame di Stato" raccoglie, infatti, 18 progetti didattico-educativi, maturati in ambito scolastico e già pronti all'uso, con 3 appendici finali e schede operative per gli studenti. Sono diverse le emergenze educative affrontate. Vanno dalla difficoltà di apprendimento, al potenziamento cognitivo per alunni con ritardo mentale, fino alla prevenzione dell'abuso sessuale e del bullismo, dell'uso di alcol e tabacco, del disagio e della dispersione scolastica o dei disturbi alimentari, così come per l'educazione sessuale, l'integrazione degli alunni stranieri o dei diversamente abili e uno spunto su come allestire sportelli di ascolto e laboratori di ricerca nelle scuole superiori su queste tematiche.



L'autore è a disposizione dei giornalisti, che volessero approfondire queste tematiche.





Comunicato stampa n°2 del 23 settembre 2010




Per maggiori informazioni:
Ufficio Stampa Psiconline srl,
via Nazionale Adriatica 7/A,
Francavilla al Mare (Chieti)
Tel.: 085.943 12 35, interno 48
Coordinamento: Sipo Beverelli




Cappuccetto Rosso e il lupo



Continua a leggere
  478 Visite
  0 Commenti

Log in or create an account