Welcome visitor you can log in or create an account

I blog di Edizioni Psiconline

Gli autori, le recensioni, le novità e le informazioni sulla nostra Casa Editrice
Redazione

SINCRONIE D'ASCOLTO E LETTURA

Ho letto con attenzione l'articolo di Antonio Vita sull'orco che alberga nell'animo umano. Un brano che mi ha fatto riflettere..... Una pagina incontrata casualmente mentre sto entrando in "La manipolazione affettiva nella coppia", libro che pubblicheremo a febbario.  Alchimia di diari a più mani che il mondo editoriale, nelle sue forme in parole, note, colori, in digitale e non, ci permette di comporre e gustare.



Torna  il tema dell'abuso e il brano di Vita, così come il libro di Pascale Chapaux-Morelli, mi fanno suonare in mente un brano dell'album "Elettra" di Carmen Consoli dal titolo "Mio zio", dove l'artista riesce con sfumature espressive nella voce e nella musica, a figurare nell'ascolto l'abominio e la scelleratezza del dominio perverso di un individuo sull'altro. Vado a cercare un video su internet per proporvelo, ed ecco che spunta una stessa immagine usata da Vita ad arricchire il proprio pezzo......

Forse era proprio il momento di aggiungere questo tassello musicale a una riflessione che la nostra casa editrice sta facendo sull'abuso, in preparazione del lancio di questa ultima fatica, "La manipolazione affettiva nella coppia", libro di successo oltralpe......

Video:

http://www.youtube.com/watch?v=qPrdwyGc7Ig

Testo


Ho messo il rossetto rosso in segno di lutto
E un soprabito nero
Era un uomo distinto mio zio.
Madre non piangere, ingoia e dimentica
Le sue mani ingorde tra le mie gambe
Adesso sta in grazia di Dio.


Brava bambina fai la conta
Più punti a chi non si vergogna
Giochiamo a mosca cieca
Che zio ti porta in montagna.

Porgiamo l’estremo saluto ad un animo puro,
Un nobile esempio di padre, di amico e fratello
E sento il disprezzo profondo, i loro occhi addosso
Ho svelato l’ignobile incesto e non mi hanno creduto.


Brava bambina un po’ alla volta
Tranquilla, non morde e non scappa
Giochiamo a mosca cieca
Che zio ti porta in vacanza.

Brava bambina fai la conta
Chi cerca prima o poi trova
Gioiuzza fallo ancora
Che zio ti porta alla giostra
Che zio ti porta alla giostra.

Ho messo un rossetto rosso carminio
E sotto il soprabito niente
In onore del mio aguzzino.
Ho messo il rossetto rosso in segno di lutto
E un so
prabito nero
Era un uomo
distinto mio zio.
Madre non pia
ngere, ingoia e dimentica
Le sue mani ingorde tra le mie gambe
Adesso sta in grazia di Dio.

Brava bamb

ina fai la conta
Più punti a chi non si vergogna
Giochiamo a mosca cieca
Che zio ti porta in montagna.


Porgiamo l’estremo saluto ad un animo puro,
Un nobile esempio di padre, di amico e fratello
E sento il disprezzo profondo, i loro occhi addosso
Ho svelato l’ignobile incesto e non mi hanno creduto.


Brava bambina un po’ alla volta
Tranquilla, non morde e non scappa
Giochiamo a mosca cieca
Che zio ti porta in vacanza.

Brava bambina fai la conta
Chi cerca prima o poi trova
Gioiuzza fallo ancora
Che zio ti porta alla giostra
Che zio ti porta alla giostra.

Ho messo un rossetto rosso carminio
E sotto il soprabito niente
In onore del mio aguzzino.

Continua a leggere
  685 Visite
  0 Commenti
Redazione

Una giornata particolare...

Grande lavoro per l'Ufficio Stampa in questi ultimi due giorni.
La diffuzione, pressochè in contemporanea, di due importanti volumi ha costretto la nostra Sipo ad una attività frenetica di contatti, invii, verifiche.
E' stato comunque un lavoro eccellente e siamo certi che riuscirà a produrre l'effetto sperato di far conoscere al grande pubblico e ai critici due volumi che hanno grande qualità e grande spessore professionale, pur conservando una immediatezza di linguaggio ed una fruibilità da parte di tutti i lettori, anche i meno esperti.
Ora un attimo di riposo e poi... via al lavoro sui prossimi volumi.
Già a Dicembre sarà in libreria l'eccellente e completo "Anoressia Rabbiosa", scritto da Luciano Peirone ed Elena Gerardi e poi, immediatamente a seguire, due grandissimi libri che vedranno la luce a gennaio.
Il primo sarà un "inizio" per Edizioni Psiconline. Infatti sarà il primo volume pubblicato su licenza di un editore straniero (Albin Michel in Francia) e tratterà un tema molto "caldo": il rapporto di coppia con le sue normalità e le sue patologie.
Il secondo, sempre rimanendo nel tema precedente, si occuperà delle "famiglie affidatarie" e dei temi in genere dell'affido famigliare. Altro argomento importantissimo che coinvolge tantissime persone, sia in positivo che in negativo.
Grazie ancora a Sipo e ... buon lavoro!
Continua a leggere
  463 Visite
  0 Commenti

Log in or create an account